La Cementeria di Monselice pronta a trasformarsi in un inceneritore

In un incontro “riservato” promosso dal Sindaco Francesco Lunghi, i responsabili e i tecnici della Cementeria di Monselice, avrebbero comunicato l’avvio del procedimento per l’utilizzo di CSS (combustibili solidi secondari). Pronti ad incenerire più di 100.000 t/a di rifiuti. Il comunicato del Comitato Popolare “lasciateci respirare”Continua a leggere La Cementeria di Monselice pronta a trasformarsi in un inceneritore

Agosto con i richiedenti asilo: visita all’Hub di Bagnoli

Per iniziativa della rete “Bassa padovana accoglie”, una delegazione è entrata all’Hub di Bagnoli, per verificare direttamente le condizioni di vita e la qualità del rispetto dei diritti della persona. Gli articoli dei quotidiani e alcune foto.

Continua a leggere Agosto con i richiedenti asilo: visita all’Hub di Bagnoli

Lo SPRAR questo sconosciuto

A Este con l’insediamento della nuova Giunta Comunale, si è riaperto il dibattito sul Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati. Loris Ramazzina, persona attiva nel campo del volontariato, interviene per far chiarezza e riportare la discussione sui reali obiettivi di questo progetto.

Continua a leggere Lo SPRAR questo sconosciuto

Consorzio Padova Sud: annunci che sanno di beffa!

Da qualche giorno, sull’home page del Comune di Monselice, compare un incredibile annuncio. In 5 anni ci troviamo ad aver accumulati quasi 2 milioni di euro di mancate riscossioni nel solo comune di Monselice. Proviamo a capire come si è arrivati a questa situazione e vediamo chi sono gli artefici.

Continua a leggere Consorzio Padova Sud: annunci che sanno di beffa!

Con una Variante fuorilegge cartelloni pubblicitari ovunque

Con questa delibera, a nostro parere illegittima dal punto di vista normativo, il Comune di Monselice procede verso l’ulteriore degrado del territorio. E così campi e terreni non urbani, potranno essere fittamente piantumati di mega-cartelloni pubblicitari. Un altro schiaffo al nostro paesaggio.

Continua a leggere Con una Variante fuorilegge cartelloni pubblicitari ovunque

La Regione Veneto verso la devastazione legalizzata del territorio e delle città

Per avversare il Progetto legge n. 14 della Regione Veneto in discussione in questo periodo, urbanisti, deputati, senatori, sindaci, consiglieri comunali, comitati, associazioni e semplici cittadini, hanno lanciato un appello per indurre la Regione ad un “ripensamento”. Qui potete leggere e sottoscrivere l’appello.  Continua a leggere La Regione Veneto verso la devastazione legalizzata del territorio e delle città

Come difendere te stesso e gli animali dalle scorrerie dei predoni

Sei proprietario o conduttore di un fondo rustico o di qualsiasi altro terreno incluso nel piano faunistico- venatorio regionale ai fini della gestione programmata della caccia? Se sì, questa volta, due piccioni con una fava puoi prenderli tu: con delle siepi campestri!

Continua a leggere Come difendere te stesso e gli animali dalle scorrerie dei predoni

L’aria di Monselice ammorbata da odori acri. E dati e centralina non arrivano!

Il 15 dicembre 2015  Arpav annunciava l’apertura di una campagna di monitoraggio, tramite una centralina mobile, nel comune di Monselice. La notizia era poi stata diffusa, tramite i giornali locali, dall’assessore all’ambiente Giorgia Bedin.

Continua a leggere L’aria di Monselice ammorbata da odori acri. E dati e centralina non arrivano!

Solidarietà e vicinanza per la morte di Emmanuel

La nostra vita comincia a finire il giorno che diventiamo silenziosi sulle cose che contano“. Partendo da questa citazione di Martin Luther King, alcune realtà associative della Bassa Padovana, insieme a singole persone, hanno sottoscritto e inviato una lettera alla Comunità di Capodarco. Di fronte all’omicidio di Emmanuel Chidi Nnamdi, hanno scelto di non rimanere in silenzio.

Continua a leggere Solidarietà e vicinanza per la morte di Emmanuel

C&C: la “fabbrica dei veleni” che ancora avvelena

Dopo la bonifica partita lo scorso anno della “fabbrica dei veleni” ex C&C, delle 52.000 tonnellate di rifiuti tossici stivate nei capannoni ne restano ancora 49.000. Il problema sono i costi, ovviamente, ma anche una scelta, da parte delle istituzioni, di come impiegare i soldi a disposizione.

Continua a leggere C&C: la “fabbrica dei veleni” che ancora avvelena