Ancora per il diritto alla casa

L’ennesima vicenda di una famiglia messa sulla strada. Il perdurare della crisi economica ha determinato un calo di reddito dei nuclei famigliari: alla perdita del posto di lavoro spesso segue in breve tempo quella della casa a causa degli sfratti per morosità. Pubblichiamo l’appello di ADL sportello Casa.

Da anni, come Sportello Casa dell’Associazione Diritti lavoratori Cobas, ci battiamo affinché, nella Bassa Padovana, un diritto fondamentale e vitale, quale il diritto alla casa, sia rispettato.

Oggi, l’epilogo per una famiglia di Solesino. Madre, padre e figlia di tre anni, dopo oltre un anno di lotte per vedersi riconosciuto un alloggio, si trovano al freddo in mezzo ad una strada.

La loro storia è comune a quella di molte altre famiglie: perso il lavoro, non sono più riusciti a pagare l’affitto e dopo sei accessi bloccati e l’intervento in forze dei Carabinieri non è stato possibile garantire la permanenza nell’abitazione.

Il seguito è stato un susseguirsi di soluzioni tampone per arrivare ad oggi dove il Comune non ha più né risorse e né soluzioni abitative in emergenza a disposizione.

Crediamo sia inutile chiedersi se sia accettabile che una famiglia con una bambina di tre anni, che potrebbe pagare attualmente un affitto massimo di 150€, sia costretta a vivere al freddo poiché questa è la realtà: durante il giorno, in orario di apertura al pubblico, stazionano nei locali del comune,  la sera e la notte cercano ripari di fortuna.

Una realtà dovuta alla politica infame dell’ATER, che vende gli appartamenti di edilizia popolare a canone calmierato per costruire condomini a canone di mercato a cui si accede solo con fideiussione bancaria, e ad un mercato privato bloccato che preferisce tenere gli appartamenti sfitti piuttosto che affittarli a canone concordato.

Facciamo appello a tutti, dai sindaci del territorio alle associazioni, dai singoli privati agli enti pubblici, affinché sia trovata una soluzione a questa emergenza.

E in ogni caso tutti insieme dobbiamo chiedere che gli alloggi pubblici tenuti sfitti siano subito resi disponibili.

Sportello casa – ADL Cobas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code