Diossine e PCB in un pollo ruspante del Montericco a Monselice

È successo a Fanna (Pordenone), è successo a Parma, è successo a Montale (Pistoia), è successo a Forlì  (l’elenco potrebbe continuare) ed ora è successo anche a Monselice. Stiamo parlando dei risultati i di esami fatti su matrici biologiche (latte, uova, carne di manzo, pollo ecc.) che hanno evidenziato presenze altissime di diossine, furani, PCB (policlorobifenili). Cosa hanno in comune queste località? la vicinanza ad impianti di combustione di rifiuti quali inceneritori e cementifici.

Continua a leggere Diossine e PCB in un pollo ruspante del Montericco a Monselice

Con Agrologic venduta l’anima al diavolo

È una vecchia storia che accumula intrecci e interessi pubblici e privati. Il suo epilogo comincia a prendere forma ed è rappresentato da una distesa di marna che sancisce per l’eternità la compromissione di suolo agricolo vergine.

Continua a leggere Con Agrologic venduta l’anima al diavolo

Dati e riflessioni sulla cementificazione in atto

Giovedì 24 agosto nell’ambito della rassegna di EkoPark 2017, realizzata al Parco Buzzaccarini di Monselice, si è svolto un dibattito dal titolo: “Finiremo travolti dal cemento e da nuovi centri commerciali?” Vi proponiamo qui la registrazione della serata con i vari contributi e interventi dal pubblico.

Continua a leggere Dati e riflessioni sulla cementificazione in atto

Una sentenza che rafforza il Piano Ambientale del Parco Colli

Pubblichiamo il contributo di Paolo Bonaldi e Paolo Merlini. Negli anni novanta erano membri del Comitato Esecutivo dell’Ente Parco Colli Euganei ed hanno vissuto direttamente, il percorso di lavoro che ha portato alla definizione del perimetro e dei contenuti del Piano Ambientale. Continua a leggere Una sentenza che rafforza il Piano Ambientale del Parco Colli

Cementifici: il Movimento scrive agli amministratori

Con questa lettera il Movimento Civico “cambiamo aria esterna tutta la sua apprensione per il fatto che nello stabilimento di Monselice possa essere autorizzato l’utilizzo di Carbonext o di altri tipi di CSS. Mette in evidenza il silenzio assordante che circonda il cambio di proprietà e l’atteggiamento degli amministratori che sembrano aver già dimenticato le promesse fatte alla popolazione solo pochi mesi fa.

Continua a leggere Cementifici: il Movimento scrive agli amministratori

Il territorio si oppone alle nuove cementificazioni

Una caldissima serata di luglio al centro Bachelet di Battaglia Terme per l’incontro organizzato dal Coordinamento delle associazioni dei Colli Euganei per discutere sui tre più eclatanti (non i soli, purtroppo) progetti che vedranno – o vedrebbero – l’ennesimo oltraggio al nostro territorio.  Continua a leggere Il territorio si oppone alle nuove cementificazioni

“I nuovi mostri”

Nella Bassa Padovana, a ridosso del Parco Regionale dei Colli Euganei, sono in fase di avanzata programmazione tre interventi dal forte impatto ambientale.

lunedì 10 luglio ore 21.00 al Centro “V. Bachelet” Via Manzoni 19 – Battaglia Terme INCONTRO APERTO “I nuovi mostri”

Agrologic a Monselice POLO LOGISTICO: investimento previsto 280 milioni di € – superficie interessata 300.000 mq di cui 133.000 destinati a capannoni alti fino a 32 metri + decine di migliaia di mq cementificati per strade e parcheggi. Opere accessorie previste: 3 rotonde, nuovo casello autostradale, svincoli…

Terza corsia A13 tra Monselice e Padova: investimento previsto 170 milioni di € – 12 km di lunghezza e 10 di larghezza = 130.000 mq di cementificazione + decine di migliaia di mq cementificati per svincoli e rampe.

Nuovo centro commerciale a Due Carrare IL PIÙ GRANDE IPERMERCATO DELLA PROVINCIA all’uscita autostradale di Terme Euganee: investimento non dichiarato, probabilmente decine e decine di milioni di € – 32.000 mq di superficie coperta da edifici alti 12 mt nel cono visivo del Catajo + migliaia di mq di terreno agricolo impermeabilizzate per strade e parcheggi.

Siamo di fronte ad una immensa colata di cemento su una superficie di suolo vergine superiore ai 400.000 mq. Tutto ciò considerando solo la superficie coperta dichiarata, ma come ben sappiamo, tra opere correlate e aree precluse, le cifre sono poi destinate ad aumentare in forma consistente, trasformando il tutto in un “sacco edilizio” senza precedenti.

Coordinamento Associazioni dei Colli Euganei

L’inutile attesa del Piano Paesaggistico regionale

Da oltre trentanni è richiesto alle Regioni di adottare un proprio Piano Paesaggistico. La Regione Veneto è ancora ben lontana dal portare a termine l’impresa, tuttavia, per come è stato impostato il lavoro,  non c’è garanzia che i mega-interventi che stanno distruggendo il nostro paesaggio troverebbero in questo Piano un ostacolo. Pubblichiamo a questo proposito l’intervento di Gianni Sandon. Continua a leggere L’inutile attesa del Piano Paesaggistico regionale

La “rifiutopoli” della bassa padovana

La “rifiutopoli” della bassa padovana

Qui ci sono cittadini e Comuni ricicloni, con quote vicine all’80% di raccolta differenziata. La bolletta dovrebbe costare meno e l’ambiente dovrebbe essere tutelato. Eppure non sembra che le cose vadano in questa direzione. C’è un “buco” di circa 50 milioni accumulato dal Padova TRE srl e dal Consorzio Padova Sud , dovuto ad un fitto intreccio politico/affaristico, che ha già prodotto decine di licenziamenti, disservizi e che presto ricadrà pesantemente sui Comuni e sulle bollette dei cittadini.

Ma come siamo arrivati a tutto questo? Quali sono gli scenari futuri? Chi pagherà? Cosa possono fare i cittadini per tutelarsi?

Ne parliamo con chi ha seguito tutti gli sviluppi della vicenda:

· Elena Livieri – Mattino di Padova

· Roberta Polese – Corriere del Veneto

· Lucia Pizzo, vicesindaco di Piove di Sacco e Presidente del Consiglio di bacino.

Coordina Francesco Miazzi Comitato Popolare “lasciateci respirare”