Il territorio si oppone alle nuove cementificazioni

Una caldissima serata di luglio al centro Bachelet di Battaglia Terme per l’incontro organizzato dal Coordinamento delle associazioni dei Colli Euganei per discutere sui tre più eclatanti (non i soli, purtroppo) progetti che vedranno – o vedrebbero – l’ennesimo oltraggio al nostro territorio.  Continua a leggere Il territorio si oppone alle nuove cementificazioni

“I nuovi mostri”

Nella Bassa Padovana, a ridosso del Parco Regionale dei Colli Euganei, sono in fase di avanzata programmazione tre interventi dal forte impatto ambientale.

lunedì 10 luglio ore 21.00 al Centro “V. Bachelet” Via Manzoni 19 – Battaglia Terme INCONTRO APERTO “I nuovi mostri”

Agrologic a Monselice POLO LOGISTICO: investimento previsto 280 milioni di € – superficie interessata 300.000 mq di cui 133.000 destinati a capannoni alti fino a 32 metri + decine di migliaia di mq cementificati per strade e parcheggi. Opere accessorie previste: 3 rotonde, nuovo casello autostradale, svincoli…

Terza corsia A13 tra Monselice e Padova: investimento previsto 170 milioni di € – 12 km di lunghezza e 10 di larghezza = 130.000 mq di cementificazione + decine di migliaia di mq cementificati per svincoli e rampe.

Nuovo centro commerciale a Due Carrare IL PIÙ GRANDE IPERMERCATO DELLA PROVINCIA all’uscita autostradale di Terme Euganee: investimento non dichiarato, probabilmente decine e decine di milioni di € – 32.000 mq di superficie coperta da edifici alti 12 mt nel cono visivo del Catajo + migliaia di mq di terreno agricolo impermeabilizzate per strade e parcheggi.

Siamo di fronte ad una immensa colata di cemento su una superficie di suolo vergine superiore ai 400.000 mq. Tutto ciò considerando solo la superficie coperta dichiarata, ma come ben sappiamo, tra opere correlate e aree precluse, le cifre sono poi destinate ad aumentare in forma consistente, trasformando il tutto in un “sacco edilizio” senza precedenti.

Coordinamento Associazioni dei Colli Euganei

No Inceneritore! – Incontro pubblico in Piazza

7 luglio 2017 ore 21 Piazza Pertini Ospedaletto Euganeo

– INCONTRO PUBBLICO NO INCENERITORE!

La ditta di Renato Rossi ha presentato una nuova richiesta per la costruzione di un INCENERITORE di Pollina (in una decina d’anni è la quarta richiesta). Gli inceneritori, anche rispettando i limiti di legge, producono un grave inquinamento che può avere effetti irreversibili sulla salute delle persone.

Se dovesse passare questo progetto:

– le condizioni della qualità dell’aria, che in queste zone sono tra le peggiori d’Europa, di certo non ci guadagnerebbero;

– si aprirebbe la strada a decine di altri impianti simili, in netta contraddizione con i piani di miglioramento dell’atmosfera, fissati dalle Regioni del nord Italia.

Le soluzioni alternative allo smaltimento della pollina esistono, ma sono ignorate per inseguire il business dei contributi energetici.

INVITIAMO TUTTI GLI AMMINISTRATORI DEL TERRITORIO, I COMITATI E LE ASSOCIAZIONI MA IN PARTICOLARE TUTTI I CITTADINI A PARTECIPARE PER DIMOSTRARE LA PROPRIA OPPOSIZIONE AL PROGETTO DI INCENERITORE.

Proiezioni e microfono aperto… e al termine una fetta di anguria rinfrescante

L’incontro, inserito nella campagna “Stop odori – No Digestato”, è proposto da:

Gruppo di cittadini di Este e Ospedaletto Euganeo, Comitato Popolare “lasciateci respirare” di Monselice, Comitato “lasciateci respirare” di Lendinara, Terre Nostre- Veneto, Terre Nostre – Pozzonovo, Comitato “Aria Pulita” di Bovolenta, .

La “rifiutopoli” della bassa padovana

La “rifiutopoli” della bassa padovana

Qui ci sono cittadini e Comuni ricicloni, con quote vicine all’80% di raccolta differenziata. La bolletta dovrebbe costare meno e l’ambiente dovrebbe essere tutelato. Eppure non sembra che le cose vadano in questa direzione. C’è un “buco” di circa 50 milioni accumulato dal Padova TRE srl e dal Consorzio Padova Sud , dovuto ad un fitto intreccio politico/affaristico, che ha già prodotto decine di licenziamenti, disservizi e che presto ricadrà pesantemente sui Comuni e sulle bollette dei cittadini.

Ma come siamo arrivati a tutto questo? Quali sono gli scenari futuri? Chi pagherà? Cosa possono fare i cittadini per tutelarsi?

Ne parliamo con chi ha seguito tutti gli sviluppi della vicenda:

· Elena Livieri – Mattino di Padova

· Roberta Polese – Corriere del Veneto

· Lucia Pizzo, vicesindaco di Piove di Sacco e Presidente del Consiglio di bacino.

Coordina Francesco Miazzi Comitato Popolare “lasciateci respirare”

Cosa c’è sotto Italcementi?

Nei giorni scorsi un esponente del Comitato popolare “lasciateci respirare”, ha ritrovato nella cassetta della posta una lettera con una piantina allegata. Riportiamo le considerazioni  e la documentazione di riferimento. Continua a leggere Cosa c’è sotto Italcementi?

Cementeria come l’inceneritore di Camin?

Abbiamo appreso dalla stampa che il gruppo Buzzi Unicem ha sottoscritto un accordo obbligatorio per l’acquisto del 100% del capitale sociale di Cementizillo. I cementifici di Monselice e Fanna cambieranno quindi di proprietà. Parte con questa frase il comunicato del Comitato Popolare “lasciateci respirare”… Continua a leggere Cementeria come l’inceneritore di Camin?

Inceneritore di pollina a Ospedaletto? No, grazie!

Mercoledì 24 maggio in sala civica a Ospedaletto Euganeo, Comitati e cittadini hanno organizzato un incontro pubblico informativo sul progetto di costruzione di un inceneritore di pollina. Qui i video della serata https://youtu.be/5QFPqi9G2Rs – https://youtu.be/XTx4–Rk0QI

Continua a leggere Inceneritore di pollina a Ospedaletto? No, grazie!

#ApritiSesa: le richieste dei Comitati e dei cittadini

Comitati e cittadini proseguono la loro campagna di sensibilizzazione sui problemi collegati agli spargimenti di compost e digestato in tutto il territorio. Nella lettera che pubblichiamo, le richieste avanzate ai Sindaci e ai Consiglieri Comunali della bassa padovana.

Continua a leggere #ApritiSesa: le richieste dei Comitati e dei cittadini

Terza corsia autostrada A13 Monselice – Padova sud: a chi serve?

 Il dibattito che si è svolto a Monselice venerdì 12 maggio scorso, organizzato dal Comitato Popolare “Lasciateci Respirare”, ha sollevato numerose criticità e perplessità intorno a questo progetto e più in generale alle politiche dei trasporti del nostro paese.

Continua a leggere Terza corsia autostrada A13 Monselice – Padova sud: a chi serve?