Con Agrologic venduta l’anima al diavolo

È una vecchia storia che accumula intrecci e interessi pubblici e privati. Il suo epilogo comincia a prendere forma ed è rappresentato da una distesa di marna che sancisce per l’eternità la compromissione di suolo agricolo vergine.

Continua a leggere Con Agrologic venduta l’anima al diavolo

Bassa padovana: nasce il Circolo di Sinistra Italiana

Il 29 giugno a Monselice si è tenuto il congresso fondativo del Circolo della Bassa padovana di Sinistra Italiana, che conta attualmente circa 60 iscritti. Una presenza politica radicata che intende affrontare i nodi del reddito, dell’ambiente, della sanità, della mobilità e dell’accoglienza. Continua a leggere Bassa padovana: nasce il Circolo di Sinistra Italiana

Terza corsia autostrada A13 Monselice – Padova sud: a chi serve?

 Il dibattito che si è svolto a Monselice venerdì 12 maggio scorso, organizzato dal Comitato Popolare “Lasciateci Respirare”, ha sollevato numerose criticità e perplessità intorno a questo progetto e più in generale alle politiche dei trasporti del nostro paese.

Continua a leggere Terza corsia autostrada A13 Monselice – Padova sud: a chi serve?

Progetto CE.R.V.E.T. di Monselice: ignorate le norme del PATI

Nei suoi interventi il Sindaco Francesco Lunghi parla di “insediamento Logistico con un investimento di oltre 250 milioni di euro” e di una ricaduta occupazionale di 400 unità. Tutto da dimostrare, ma il mancato coinvolgimento dei Comuni interessati rappresenta l’ennesima grave lacuna, che potrebbe avere strascichi.

Continua a leggere Progetto CE.R.V.E.T. di Monselice: ignorate le norme del PATI

Cosa bolle nella pentola dell’area artigianale?

Grazie ad un comunicato del gruppo “Nuova Monselice“, la stampa locale ha iniziato ad indagare su quest’operazione che potrebbe avere un grande impatto su tutto il territorio. Ora il Sindaco di Monselice è uscito allo scoperto confermando i contorni dell’intervento in programma, ovviamente anche in questo caso promettendo centinaia di posti di lavoro. Per mesi ha agito sotto il naso dei Consiglieri Comunali e tenendo all’oscuro la cittadinanza.

Continua a leggere Cosa bolle nella pentola dell’area artigianale?

Il 5 marzo a Padova una Manifestazione per “i diritti di tutti”

Il 5 marzo con partenza alle ore 16.00 dal Piazzale della stazione ferroviaria di Padova, è convocato un corteo regionale per dare visibilità e condensare la specificità di ogni lotta in piedi nei nostri territori, tenendo assieme le parole d’ordine della dignità sul lavoro, del reddito, dell’antirazzismo, contro guerre e devastazione, per l’ambiente ed uno sviluppo sostenibile e contro la criminalizzazione delle lotte sociali.

Continua a leggere Il 5 marzo a Padova una Manifestazione per “i diritti di tutti”

Rotta la cappa di silenzio sui rifiuti tossici sepolti sotto la Valdastico

Una cinquantina i cittadini che sabato 28 novembre hanno dato vita ad un presidio a pochi metri dal casello dell’A 31 di S. Margherita D’Adige. L’iniziativa promossa dal Comitato Popolare “lasciateci respirare” ha raccolto l’adesione del Comitato vicentino No Ecomafie, che da sempre si occupa dei misfatti creati da questa grande opera.

Continua a leggere Rotta la cappa di silenzio sui rifiuti tossici sepolti sotto la Valdastico

il 28 novembre Sit in: Via i rifiuti dalla Valdastico

A fronte delle notizie emerse dalle indagini in corso, che riguardano il nuovo tratto della Valdastico Sud, dove è stata verificata la presenza di materiali tossici e nocivi, il Comitato Popolare “lasciateci respirare” invita tutti alla mobilitazione. L’appuntamento è per SABATO 28 NOVEMBRE ALLE ORE 11 alla Rotonda di Via Umberto I Santa Margherita D’Adige. Continua a leggere il 28 novembre Sit in: Via i rifiuti dalla Valdastico

Sit in / conferenza stampa: Via i rifiuti dalla Valdastico

ROMPIAMO IL SILENZIO SUL GRAVE DISASTRO AMBIENTALE DELLA “VALDASTICO SUD”

CHIEDIAMO SIANO ACCERTATE LE RESPONSABILITÀ ED AVVIATA L’IMMEDIATA BONIFICA

Le indagini riguardanti la costruzione dell’autostrada Valdastico Sud A31, di collegamento tra Vicenza a Rovigo, hanno rivelato la presenza di materiali tossici e nocivi provenienti da lavorazioni industriali, utilizzati per riempire il sottofondo anche del tratto Padovano e dei due cavalcavia tra Rovigo e Padova.

Sono nomi eccellenti quelli coinvolti nell’indagine, dove spiccano politici, industriali, presidenti di consorzi e imprenditori, peraltro più volte coinvolti in inchieste simili, che si sono gettati sulla realizzazione di un’autostrada costosissima (23 milioni di euro a chilometro), nociva, e utile più a chi l’ha costruita che alle esigenze di sviluppo del territorio.

Le poche migliaia di transiti giornalieri rendono evidente a tutti l’inutilità dell’opera. Le analisi effettuate hanno rilevato la presenza di centinaia di migliaia di tonnellate di scarti di lavorazione industriale, contenenti soprattutto cromo esavalente. Una sostanza mutagena e cancerogena che una volta raggiunte le falde, potrebbe provocare danni incalcolabili sulla salute delle persone.

Il tutto va a collocarsi in un ecosistema, quello delle campagne della bassa padovana, che rimaneva uno dei pochi quasi incontaminati e che una perizia richiesta dal Comune di Megliadino San Vitale, per stimare un equo indennizzo per l’esproprio dei terreni, ha definito “bene unico e irripetibile”, che oggi è tagliato per sempre a metà dal tracciato autostradale.

I cittadini della Bassa Padovana devono tenere alta l’attenzione su questo che si profila come un ” disastro ecologico annunciato”.

Per questo invitiamo tutti al sit-in con conferenza stampa sabato 28/11 alle ore 11 – Rotonda di Via Umberto I Santa Margherita D’Adige – organizzato dal Comitato Popolare “lasciateci respirare”

Per chiedere che:

• la Magistratura faccia piena luce e individui le responsabilità;

• Sia attivato subito il percorso della bonifica, ponendo i costi a carico di quelle società e soggetti responsabili diretti ed indiretti;

• la Regione Veneto si attivi in ogni modo per affrontare questo gravissimo problema sul quale troppi pensano di stendere un velo di silenzio;

• i comuni attraversati dal passaggio della Valdastico sud si costituiscano parte civile nei procedimenti giudiziari riguardanti l’utilizzo dei rifiuti nella costruzione dell’autostrada.

I promotori dell’appello: Franco Tasinato, Beatrice Andreose, Christianne Bergamin, Loris Ramazzina, Francesco Miazzi, Stefano Rando…

Per gli aggiornamenti: PadovanaBassa / Laboratorio sociale https://www.facebook.com/groups/295942191837/?ref=ts&fref=ts http://www.padovanabassa.it/ – per adesioni info@padovanabassa.it

Este: camion in centro storico e nessuno che risponde

Riportiamo il Comunicato del Circolo Legambiente di Este, rivolto ai firmatari della petizione contro il passaggio di camion per il Centro Storico. Una petizione presentata il 7 luglio e discussa il 24 ottobre, che fino a questo momento, non ha ricevuto alcuna risposta. Continua a leggere Este: camion in centro storico e nessuno che risponde