Abano Terme: gli alberi di Viale Mazzini stanno morendo

Gli alberi di viale Mazzini stanno morendo e questo pensiamo per il tipo di potatura eseguita e che l’associazione Salviamo gli alberi aveva da subito contestato.
Quello che non è stato possibile ottenere di abbattere tutti gli alberi di questo viale vincolato e sotto tutela della Soprintendenza per le denunce nostre e delle forze politiche di opposizione, si cerca di ottenere con potature errate che producono gli effetti che sono sotto gli occhi di tutti.
Segnaleremo la cosa alla Soprintendenza e se necessario alla Procura della Repubblica per accertare se esiste danno ambientale e se la morte degli alberi sia dovuta a fattori volontari di arrecare danno.
I tecnici della nostra associazione nei prossimi giorni eseguiranno dei sopralluoghi per capire che cosa è successo e fornire a chi spetta tutte le necessarie informazioni per intervenire.
Ora si capisce perché si sono predisposte delle fosse per nuove alberature a un metro di distanza degli alberi esistenti avendo forse già la certezza della loro prossima morte e forse anche le lavorazioni eseguite su questo viale possono aver contribuito a quanto sta succedendo.
Sul giornale in questi giorni il sindaco si lamenta che i ritardi dei lavori in questo importante viale sono da attribuire ai vincoli della Soprintendenza: ma signor sindaco i vincoli sono dei valori per il territorio e sono la memoria dei nostri luoghi e a volte servono per impedire a chi vuole fare tabula rasa di bloccarlo.
Basta uccidere gli alberi che sono l’emblema di una città termale e anche di una città civile: gli alberi vanno tutelati e curati come ogni essere della nostra terra anche per la nostra sopravvivenza.

Paolo Merlini
Presidente associazione Salviamo gli alberi di AbanoTerme

4 commenti su “Abano Terme: gli alberi di Viale Mazzini stanno morendo”

  1. Sono solidale con la vostra causa. Da anni mi batto contro il taglio di pini marittimi nel condominio dove abito a Monselice piantati negli anni 60/70 prima ancora che l’edificio sorgesse anche se, a dispetto ti tutti i regolamenti, la maggior parte sono già stati tagliati. La ragione è sempre la stessa “creano sporco” anche se nessuno forse per “vergogna” lo dice apertamente. I due rimasti vengono lasciati in totale abbandono in attesa che succeda qualche incidente per poter poi finalmente dire “avevamo detto noi di tagliarli”.
    Un saluto

  2. come già riferito in risposta alla notifica. mi sembra impossibile ipotizzare da costoro malafede, sono troppo palesi gli errori botanici, le potature errate, le mancate disinfestazioni per non pensare a peggio! sospetto la corruzione, anche di nomi che oggi tacciono ma che, in passato per quattro soldi hanno coinvolto la MIA Università di Padova in affari quanto meno loschi conviti che i colleghi avrebbero taciuto. ma non è stato così! durante tutta la mia vita ho perseguito solo la VERITA’ e non ero solo, chi è rimasto ora dalla nostra parte? per favore si faccia sentire e venga fuori.

  3. Lo scempio del nostro patrimonio arboreo è così evidente ( viali interi rasi al suolo, potature selvagge, rotonde in erba sintetica) che grida vendetta! Cari amministratori incapaci ed incompetenti sarete chiamati a pagare i danni causati di tasca vostra! I tempi sono cambiati i cittadini chiedono di vivere in una Città dove il danaro viene speso con diligenza e non certo buttato al vento! Ci vuole serietà e professionalità per gestire il patrimonio arboreo della collettività! Sapete chi ha potato gli alberi in Viale Mazzini?? Una ditta di improvvisati che hanno massacrato queste povere piante oggi destinate a morte certa! È ora di finirla di lasciare in mano il destino dei viali urbani ai soliti noti che non sanno come gestire correttamente la vita delle piante ( esseri viventi che respirano per noi ) !!!
    Incominciamo a chiederci perché da anni ( sempre lo stesso sindaco ) incarica sempre la stessa ditta! Andiamo insieme a farci un giro lungo i viali di Abano e Montegrotto potati barbaramente, troveremo un denominatore comune: stessa ditta, incarico diretto, moria delle piante

    1. Buongiorno,
      sto cercando di salvare dei pini marittimi nel mio giardino condominiale.Se la dott.ssa Lecis leggesse la mail le chiederei la cortesia di rispondermi per darmi qualche consiglio su come muovermi e nel caso come poterla contattare per un eventuale sopralluogo.grazie mille a chi potesse aiutarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code