Verso lo sciopero internazionale delle donne dell’8 marzo

Sugli attuali percorsi femministi e sullo sciopero internazionale delle donne fissato per l’8 marzo, Carla Manfrin ci invia il seguente articolo, con l’invito ad un’Assemblea pubblica  il 14 febbraio ore 20.30 a Padova presso il Centro Universitario di Via Zabarella.

Qui un estratto dei documenti prodotti a Bolognathumbnail of articolo D

NON UNA DI MENO – Padova
INVITA I SINDACATI E LA CITTADINANZA TUTTA
ad un’ASSEMBLEA PUBBLICA
verso lo sciopero internazionale delle donne dell’8 marzo

Ormai da mesi è in corso un movimento globale che dall’Argentina, alla Polonia, all’Irlanda, agli Stati Uniti, all’Italia, ha messo al centro la lotta contro la violenza di genere e sulle donne, in tutte le forme in cui tale violenza si produce.

Dall’obiezione di coscienza alle disparità salariali, dalla violenza nelle relazioni al femminicidio, dal soffitto di cristallo alla cultura sessista. Al centro delle lotte che migliaia, milioni di donne, uomini, lesbiche, gay, trans*, stanno agitando nel mondo c’è la risposta ad una condizione strutturale di sfruttamento e violenza, che sui corpi femminili trova una dei crocevia più emblematici. Tale lotta però riguarda tutti e tutte: è solo imponendo una radicale trasformazione del presente che sarà possibile rispondere al sistema contemporaneo.

SE LE NOSTRE VITE NON VALGONO ALLORA CI FERMIAMO!

Con quest’affermazione di forza le compagne argentine hanno lanciato uno sciopero delle donne per l’8 marzo ora indetto in oltre 30 Paesi nel mondo. Il lavoro produttivo e riproduttivo femminile o femminilizzato costituisce una componente fondamentale del sistema contemporaneo: sottrarci, sovvertirlo, rifiutarlo l’8 marzo significa di fatto bloccarlo, imponendo il nostro diritto ad esistere contro la violenza, la sopraffazione, lo sfruttamento. Anche in Italia, con il rilancio dell’assemblea di Bologna partecipata da oltre 2000 persone, l’8 marzo è diventata una giornata di sciopero generale.

A Padova da diversi medi un’assemblea cittadina molto partecipata che ha riunito collettivi, centri antiviolenza, associazioni e singol*, sta costruendo il percorso di avvicinamento allo sciopero e le iniziative che in quella giornata saranno fatte.

In data 14 FEBBRAIO, ORE 20:30, CENTRO UNIVERSITARIO DI VIA ZABARELLA, invitiamo quindi i sindacati che in questa città operano e la cittadinanza tutta per discutere insieme delle forme, i metodi e i contenuti con cui costruire collettivamente lo sciopero.

Non a caso l’assemblea si svolgerà il 14 febbraio, giorno tradizionalmente conosciuto come San Valentino: alla celebrazione dell’amore romantico per come comunemente inteso, spesso luogo di proliferazione di dipendenza, controllo, possesso e quindi anche violenza, opponiamo uno spazio di discussione che parla di noi e per noi. Uno spazio di autodeterminazione di ognuna e ognuno.

Assemblea cittadina Non Una Di Meno – Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code