Attualità del pensiero e dell’agire politico e sociale di Stéphanie Etzerodt nella Padova di fine Ottocento

A cura di Martina Magon proponiamo la recensione del libro “AMARE, OPERARE, SPERARE. Il contributo di Stéphanie Etzerodt Omboni alla società tra Ottocento e Novecento” di Stefania Masiero.

La storia dell’opposizione all’emancipazione della donna è forse più interessante della storia dell’emancipazione stessa”. (V. Woolf, Una stanza tutta per sé)

Continua a leggere Attualità del pensiero e dell’agire politico e sociale di Stéphanie Etzerodt nella Padova di fine Ottocento

Che cosa intendiamo per “prendersi cura”?

Quale significato ha la parola “cura”? È utile interrogarsi su questo perché, l’esperienza ce lo insegna, le parole possono sostenere percorsi trasformativi e liberatori ma anche contribuire al mantenimento dell’esistente o, come già successo nella storia, all’avvio di processi involutivi. Contributo di Carla Manfrin

Continua a leggere Che cosa intendiamo per “prendersi cura”?

Non dimentichiamo le donne afghane.

Le donne afghane chiedono di dare loro voce. Di ascoltarle perché il regime dei talebani non le renda ancora invisibili. In Afghanistan le donne sono, di nuovo, oggetto accessorio, proprietà maschile. I talebani non sono cambiati. La loro amministrazione non va riconosciuta se non riconoscono veramente i diritti delle donne, i diritti umani, cessano le torture, garantiscono a tutte l’istruzione. A cura di Donne in Eko Park

Continua a leggere Non dimentichiamo le donne afghane.

Il patriarcato ieri e oggi

Si parla molto, soprattutto nelle analisi femministe, di patriarcato. Ma che cosa si intende con questo termine? Quando si è imposto come modello di organizzazione sociale? Quali sono le sue caratteristiche contemporanee? A cura di Carla Manfrin

Continua a leggere Il patriarcato ieri e oggi

Le fiabe ci mostrano le trappole mentali che limitano la piena realizzazione delle donne

Una recensione a cura di Carla Manfrin e Martina Magon

Continua a leggere Le fiabe ci mostrano le trappole mentali che limitano la piena realizzazione delle donne

Che cosa ci raccontano i nomi delle strade

La cancellazione delle donne dalla storia è evidente in ogni ambito: dai libri scolastici alla toponomastica cittadina, la memoria collettiva ignora o dimentica l’operato delle donne. Non è facile far emergere le figure femminili dall’oblio a cui la storiografia ufficiale le ha condannate, come se non avessero partecipato — pur con le limitazioni a loro imposte — agli eventi. A cura di Carla Manfrin

Continua a leggere Che cosa ci raccontano i nomi delle strade

La verità delle donne – terza parte

Pubblichiamo l’ultima parte degli spunti di riflessione, a cura di Carla Manfrin, tratti dagli atti del convegno promosso dalla rete italiana delle Donne  in Nero il 15 febbraio 2020 presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma e riguardano nello specifico la questione di genere nella protezione internazionale, la pratica femminista del processo in Italia e il faticoso dialogo tra violenza di genere e giustizia riparativa. Qui la prima parteQui la seconda parte

Continua a leggere La verità delle donne – terza parte

Il Tribunale delle Donne di Sarajevo. La verità delle donne e la narrazione come atto politico.

Seconda parte. Giustizia Femminista: camminare la parola. Questi spunti di riflessione, a cura di Carla Manfrin, sono tratti dagli atti del convegno promosso dalla rete italiana delle Donne  in Nero il 15 febbraio 2020 presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma e riguardano nello specifico l’esperienza del Tribunale delle Donne di Sarajevo. Qui la prima parte

Continua a leggere Il Tribunale delle Donne di Sarajevo. La verità delle donne e la narrazione come atto politico.