Un cuore palpitante per il Parco dei Colli Euganei

Non poteva essere più chiaro di così il messaggio lanciato dai cittadini e dalle associazioni alla Regione Veneto attraverso la manifestazione di sabato 11 marzo scorso a Marendole.

Si è trattato di uno di quegli avvenimenti memorabili che dimostra quanto i cittadini considerino loro stessi come principali responsabili della salvaguardia del territorio e, oltre a tenersi informati sui temi ambientali, siano anche sempre più disposti a impegnarsi concretamente.

Un coro polifonico, composto da moltissime associazioni ambientaliste, culturali, sportive, locali e nazionali, da rappresentanti istituzionali, da scuole, da associazioni di categoria e soprattutto da una moltitudine di cittadini del territorio e di tutto il Veneto ha ribadito che il Parco Colli è un bene e una risorsa imprescindibile.

A dimostrazione di quanto sia ormai comune e diffusa la consapevolezza che le aree protette non sono un ostacolo allo sviluppo dell’economia ma anzi rappresentino un’enorme risorsa la cui salvaguardia è fondamentale per il benessere della popolazione.  Essi non soltanto hanno lo scopo di tutelare gli aspetti naturalistici, ma anche i contesti storico culturali, promuovono le produzioni tradizionali e tipiche. Sono un patrimonio che attira visitatori e dà impulso all’economia locale.

E quindi vengono rigettati al mittente i tentativi di strumentalizzare emergenze, quali il sovrappopolamento dei cinghiali, per creare fazioni contrapposte e lasciare il campo libero agli interessi speculativi.

E si continua a guardare con attenzione e circospezione a quelle che saranno i prossimi passaggi, in Regione, in merito alla proposta di legge di riordino delle aree protette. Su queste, da parte di questo grande Movimento, c’è la determinazione di continuare a far sentire la propria voce attraverso critiche e proposte.

Gli articoli dei giornali locali che hanno parlato della manifestazione:

 

Di seguito alcune fotografie della manifestazione di Manuel Favero

Qui l’archivio fotografico con le immagini di Paolo Frizzarin.

Questo il filmato realizzato da Ivan Grozny Compasso.

Questo il filmato realizzato da Massimo Lazzarin.

Questo il filmato realizzato dal Mattino di Padova.

Questo il filmato realizzato da Bandiza.

 

 

2 commenti su “Un cuore palpitante per il Parco dei Colli Euganei”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code