L’altra ESTE, per una città di tutte e di tutti.

A Este, in vista delle prossime elezioni amministrative 2016,  si è aperto un percorso partecipato che si pone l’obiettivo di costruire un progetto alternativo alla politica cittadina.  Un gruppo di persone conosciute per l’impegno sociale, ambientale e culturale presenta l’dea di costruire “l’Altra ESTE.

altraeste1Comunicato stampa

Siamo un gruppo di amici convinti che, a livello atestino, il cambiamento non potrà che arrivare dai cittadini che si organizzano in maniera efficace, con competenza, idealità e pragmatismo attorno a un programma convincente.

Sogniamo ad occhi aperti? Forse, ma ne sentiamo la necessità. Il grigiore e la nebbia che ci circondano, non solo in senso metaforico, sono imperanti. Per questo sogniamo una città diversa, per l’appunto ALTRA. Una ESTE solidale e sostenibile dove i diritti alla salute, alla bellezza, al lavoro e all’ambiente siano rispettati da tutti e per tutti.

Le sfide che attendono la città nei prossimi anni sono numerose ed importanti. Per fare qualche esempio basti pensare alla futura destinazione dell’area del vecchio ospedale oppure a quella dell’area cementizillo. Ed ancora. Come deve venire governata Sesa di cui il comune detiene il 51% delle azioni? E l’emergenza povertà come deve essere affrontata? Ed ancora. L’insufficienza cronica di piste ciclabili o di una mobilità sostenibile nella nostra città peggiorano la qualità della vita di chi vi vive e lavora. Vogliamo incidere su tutto questo ed altro ancora?

Pensiamo che una alternativa sia possibile a partire dai temi concreti, dal progetto di città che sogniamo e che potremo concretamente realizzare.

Ma per costruire una AltraEste, un progetto alternativo alla politica cittadina, svuotata e autoreferenziale, che ritrovi tanto il legame con la propria storia, quanto la capacità di scrivere il futuro, serve restituire protagonismo alla vita dei CITTADINI.

Noi non abbiamo già scritto nel chiuso di una stanza il nostro programma perché il cambiamento deve partire anche e soprattutto da nuove e partecipate modalità di fare politica.

Per questo nelle prossime settimane promuoveremo incontri e faremo rete con le associazioni ed i comitati ma anche con i singoli cittadini che in questi anni hanno cercato pratiche ecologiche ed economie altre, che in silenzio lavorano e producono da tempo nuove relazioni sociali anche nel nostro territorio.

Organizzeremo pubbliche assemblee sulle più importanti problematiche atestine per scrivere collettivamente il nostro programma, la nostra idea di CITTÀ, la strada per il cambiamento.

Attiveremo, inoltre, una piattaforma digitale per il confronto, la codecisione e la cooperazione e l’azione di tutte e di tutti i cittadini che vogliono condividere con noi questa avventura.

Chi vuole seguirci potrà farlo seguendo la nostra pagina Facebook L’altra ESTE e col blog in costruzione.

Il comitato promotore de L’altra ESTEaltraeste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code