Al Tg 3 del Veneto si parla dell’esclusione di Monselice dall’indagine epidemiologica

A questo link trovate il servizio andato in onda il 27-10-2015 sul TG3 Veneto, relativo all’esclusione del territorio di Monselice dall’indagine epidemiologica. Nel nostro precedente intervento  sono disponibili ulteriori informazioni ed è possibile visionare l’intero protocollo dell’USSL 17.

Come sapete difficilmente molliamo l’osso. Ad agosto avevamo denunciato quella che riteniamo un’ingiustizia ed una mancanza grave. L’indagine è pagata dal Bacino Padova Sud (che utilizza i soldi di tutti i cittadini, monselicensi compresi), però limità l’indagine ai Comuni di Este e Ospedaletto, prevedendo un’estensione solo per Sant’Urbano.

L’indagine in quei territori è sacrosanta, ma altrettanto lo è la richiesta di estendere lo studio nel Monselicense, dov’è attivo l’unico cementificio autorizzato a smaltire rifiuti (225.000 t/a di ceneri di centrali e gessi chimici di desolforazione fumi).

Eppure, nonostante qualche velata apertura, non si è mosso nulla. Il Sindaco Francesco Lunghi, massima autorità responsabile della salute dei cittadini, presidente della conferenza dei Sindaci dell’USSL 17 incaricata dell’indagine, non ha mosso un dito per chiedere l’estensione.

Altrettanto grave è che l’intero Consiglio Comunale non abbia ritenuto questa questione degna di attenzione. Nessuna mozione, nessuna raccomandazione, nessuna interpellanza, nemmeno una dichiarazione.

Ora che la questione è balzata all’attenzione dell’opinione pubblica regionale, confidiamo che ciascuno decida di fare la propria parte e si attivi per arrivare a questo monitoraggio utile a capire lo stato di salute della popolazione di Monselice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code