Per un’accoglienza degna. Il 23 aprile sit-in all’Hub di Cona

Le testimonianze e le immagini, che ci arrivano dall’ex base militare di Cona, trasformata in un centro di “accoglienza” per richiedenti asilo, e le modalità di gestione della Cooperativa Ecofficina non possono passare inosservate. Per questo motivo “Bassa Padovana Accoglie” lancia per il 23 aprile 2016 alle ore 10.30 un sit-in con conferenza stampa, proprio di fronte all’hub di Conetta. 

locandina loris DEFINITIVAIncontro di approfondimento Martedì 19 aprile alle ore 21 al PARCO BUZZACCARINI in Via S. Giacomo 51 a Monselice

Il testo dell’appello “Per un’accoglienza degna”

Le immagini che vediamo su stampa e televisione ci fanno capire come le politiche sull’immigrazione dell’Europa siano cambiate. Erigere muri, sbarrare la strada con filo spinato a donne, uomini e bambini che scappano dalla guerra, dalla fame e dalla miseria è diventata l’unica soluzione che la fortezza Europa ha adottato. Il massimo che è arrivata a fare è pagare milioni di euro ad un paese come la Turchia, dove i diritti umani sono continuamente violati, perché trattenga queste migliaia di disperati in campi profughi invivibili.

Anche in Italia il passaggio dall’operazione “Mare Nostrum” all’operazione “Frontex” ha determinato cambiamenti importanti con la costituzione degli “hotspot”, veri e propri buchi neri per i diritti degli immigrati che approdano sulle nostre coste. Infatti sono proprio le procedure di registrazione ed identificazione delle persone sbarcate a destare preoccupazione anche per la Commissione Diritti Umani del Senato che ha fatto una visita nei tre hotspot attivi in Italia: Lampedusa, Pozzallo e Trapani.

In questo contesto, come “Bassa Padovana Accoglie“, vogliamo sottolineare come l’hub della Prandina a Padova sia stato l’inferno, l’estate scorsa, per i cinquecento richiedenti asilo che vi erano stipati, così come un inferno, forse ancora peggiore, lo vivono i seicento richiedenti asilo all’interno dell’hub di Conetta, una vecchia base militare tra le province di Padova e Venezia.

Le foto, i video e le testimonianze raccolte mostrano delle condizioni di vita inumane: persone ammassate in un dormitorio ricavato in un tendone che è impossibile riscaldare, difficoltà nel fare una doccia con acqua calda, file interminabili per il cibo, qualità del cibo scadente. Non è un caso che circa duecento dei richiedenti asilo abbiano protestato contro queste condizioni inaccettabili di vita.

Come “Bassa Padovana Accoglie” pensiamo che non si possano tollerare condizioni simili di “accoglienza”; se a queste persone è stato riconosciuto il diritto di essere accolte, lo dobbiamo fare in maniera dignitosa nel rispetto della persona.

Per questo chiediamo alle varie Prefetture, in questo caso a quella di Venezia:

  • l’avvio di un progressivo smantellamento degli Hub, con immediata riduzione del numero dei richiedenti asilo, in particolare in quello di Conetta;
  • Un costante monitoraggio delle condizioni di vita e igienico-sanitarie negli hub, autorizzando l’accesso ed il controllo anche da parte di organismi indipendenti, in particolare in quello di Conetta;

Invitiamo tutte le realtà associative, i comitati, le forze politiche, i cittadini a costruire con noi la mobilitazione (sit-in con conferenza stampa) di fronte alla base di Conetta, sabato 23 aprile 2016 alle ore 10.30, per rilanciare la denuncia sulle condizioni di vita all’interno di questo centro e sostenere le richieste rivolte alla Prefettura di Venezia.

Una delegazione di parlamentari, giuristi ed esponenti delle associazioni, chiederà l’accesso per parlare con i migranti e verificare le condizioni di vita all’interno del centro.

                               Bassa Padovana Accoglie

E-mail di riferimento info@lasciatecirespirare.itloris.pietro.ramazzina@alice.it

l’immagine di apertura è di Lara Breda 

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/dalla-padella-alla-brace_24861.shtml

http://agensir.it/quotidiano/2016/3/21/domenica-delle-palme-mons-cipolla-padova-ai-profughi-siamo-parte-di-una-stessa-famiglia/

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2016/01/28/news/profughi-in-rivolta-a-conetta-il-cibo-e-poco-abbiamo-freddo-1.12859971

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2016/01/27/news/rivolta-nel-centro-profughi-viviamo-come-bestie-1.12849322

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2016/27-gennaio-2016/cona-rivolta-cento-profughi-protesta-interrotta-polizia-2302507077376.shtml

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2016/02/20/news/l-inviata-di-striscia-la-notizia-intervista-i-profughi-di-cona-1.12995684

thumbnail of Corriere v.to_2016-04-05_Inchiesta Ecofficina truffa ai danni dello stato e maltrattamenti_pg2 thumbnail of Corriere v.to_2016-04-07_Cooperative gestione profughi Corriere v.to_2016-04-05_Inchiesta Ecofficina truffa ai danni dello stato e maltrattamenti Mattino_2016-04-05_Inchiesta Ecofficina 1 Mattino_2016-04-06_Indagini su Ecofficina e Maxim Mattino_2016-04-06_Situazione Prandina e Bagnoli, Prefettura no commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code