Via libera al CSS in cementificio: delusi ma determinati a contrastare questa sciagura

Dopo aver appreso che  la CTPA (Commissione Tecnica Provinciale Ambiente) ha accolto la richiesta del gruppo Zillo, Comitati e Associazioni invitano tutti all’assemblea di Giovedì 22 settembre ore 21.00, al Parco Buzzaccarini di Monselice, per analizzare la situazione e decidere insieme le prossime iniziative.

Comunicato

Abbiamo appreso che questa mattina,  21 settembre, la CTPA (Commissione Tecnica Provinciale Ambiente) ha accolto la richiesta del gruppo Zillo di utilizzare nel proprio cementificio di Via Solana, 52.000 tonnellate/anno ( ca. 2000 camion) di CSS ( Combustibile Solido Secondario), in sostituzione di 37.000 t/a di Pet-coke.

In attesa di avere copia del verbale e di conoscere in dettaglio le motivazioni che hanno portato a questa scelta, ci limitiamo ad alcune considerazioni.

Nonostante la forte mobilitazione di queste settimane, le firme raccolte, la grande partecipazione all’assemblea indetta dalla Pastorale Sociale il 16 settembre e al Consiglio Comunale del 19 settembre, i decisori sono andati dritti per la loro strada.

Sono state ignorate le osservazioni, le petizioni, le richieste dei Sindaci del territorio, gli appelli accorati dei genitori.

Hanno cercato fino all’ultimo di tenere nascosta la richiesta, non hanno messo a disposizione la documentazione, hanno impedito ogni forma partecipativa.

Non contenti, hanno pensato di beffare Consiglieri Comunali e cittadini lasciando credere che avrebbero sospeso il procedimento, per approfondire le problematiche evidenziate e riaprire il confronto con il territorio.

Ora aprono ad eventuali prescrizioni e compensazioni, ma intanto intascano questa sciagurata autorizzazione.

Di tutto questo riteniamo responsabili il Sindaco Francesco Lunghi, l’assessore all’ambiente Giorgia Bedin, l’amministrazione di Monselice e tutti i consiglieri comunali che ne hanno condiviso le scelte, il Presidente della Commissione CTPA Fabio Bui e tutti i funzionari che hanno avvallato questo procedimento. Una responsabilità che va estesa ai loro partiti di riferimento, in quanto Presidente e commissari sono tutti di nomina politica!

L’impiego di  CSS  nei  cementifici,  in  sostituzione  di  percentuali  variabili  di  combustibili  fossili,  causa  produzione  ed  emissione  di diossine,  metalli  pesanti tossici  per  l’ambiente  e  dannosi  per  la salute  umana.

A Monselice, oltre ai residenti, ci saranno tre poli scolastici con migliaia di bambini e adolescenti, nel raggio di 500 metri, che si troveranno sotto i fumi maggiormente inquinanti di quelli emessi da un cementificio/inceneritore.

Siamo delusi da tutti e amareggiati, ma chi pensa di averci sconfitto dovrà fare i conti con la nostra determinazione.

Giovedì 22 settembre ore 21.00 assemblea al parco Buzzaccarini di Monselice, per analizzare la situazione e decidere le prossime iniziative. Invitiamo tutti a partecipare

NON FAREMO BRUCIARE IL FUTURO DI QUESTO TERRITORIO PER INGRASSARE LE TASCHE DEI CEMENTIERI E DEI LORO SODALI!

I Comitati e le associazioni che hanno sottoscritto appelli ed osservazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code